archivio rss

Articoli correlati

#PrimaDellaViolenza 5 ottobre 2016

#PRIMADELLAVIOLENZA: LIVORNO 15/10/2016 – GIORNATA TOSCANA DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

#PRIMADELLAVIOLENZA: LIVORNO 15/10/2016  GIORNATA TOSCANA DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE  COMUNICATO STAMPA...

Attenzone! 5 maggio 2016

Quando rivolgersi al logopedista?

Non è mai “troppo” tardi ma neanche “troppo” presto Lo sviluppo tipico del linguaggio...

archivio rss

ci occupiamo di...

In questa sezione troverete solo alcuni dei servizi che lo Studio Con. Te. è in grado di offrire ai suoi utenti e alle sue utenti.

Per qualsiasi informazione o necessità, non indugiate a mettervi in contatto con lo Staff dello Studio, la vostra richiesta sarà trattata con la massima professionalità, tempestività, riservatezza e attenzione.

archivio rss

ti consigliamo

ATTENZIONE! 7 agosto 2017

GENITORI IN AZIONE – Ciclo di incontri per l’infanzia

ATTENZIONE! A partire da Ottobre 2017 la Psicologa e Psicoterapeuta Chiara Falchetti e la...

20 maggio 2013

Metacognizione e apprendimento

imagesCAN5QNAF

 

Le difficoltà di studio, talvolta in associazione con altre problematiche d’apprendimento come ad esempio i di comprensione, problemi motivazionali o dell’attenzione, possono presentare delle specificità proprio in relazione con deficit metacognitivi.

Da quando Flavell, agli inizi degli anni ’70, lo coniò per la prima volta in relazione ai suoi studi sulla memoria il termine ha subito varie specificazioni.

Oggi con il termine metacognizione si indicano le conoscenze che l’individuo sviluppa rispetto ai propri processi cognitivi e al loro funzionamento nonché le attività esecutive che presiedono al monitoraggio e all’autoregolazione dei processi cognitivi.

La metacognizione di un individuo comprenderà, quindi, le conoscenze sulle sue abilità cognitive, sulla natura dei processi cognitivi, sulle strategie per affrontarli e l’abilità di controllarli e monitorarli prima, durante e dopo la loro esecuzione.

Gli studi sui cambiamenti evolutivi hanno mostrato come col crescere dell’età e con il progresso nelle abilità di base e negli apprendimenti si osservi anche una crescita nelle conoscenze e nel controllo metacognitivi. Le conoscenze e il controllo metacognitivi si affinano quindi con lo e appaiono in relazione con i progressi nell’apprendimento, competenze vanno di pari passo con conoscenze e controllo metacognitivi (Friso, Palladino, Cornoldi, 2006). La relazione tra metacognizione e prestazione è quindi di natura causale e di direzione biunivoca, in quanto la prima influenza la seconda ma a sua volta la prestazione e l’esperienza di apprendimento arricchiscono la conoscenza metacognitiva. A questo proposito è evidente come l’approccio metacognitivo abbia importanti ricadute anche sul piano emotivo motivazionale. La ricerca dimostra infatti che l’insegnamento a riflettere sulla mente, a imparare a controllarla e a usare efficacemente delle strategie non solo produce prestazioni migliori, ma induce nel soggetto una più positiva attitudine verso il compito e una maggiore motivazione.

Queste osservazioni ci fanno riflettere sull’impatto che la nozione di metacognizione ha avuto in ambito psicopedagocico e sulla risorsa che può essere non solo per ragazzi o ragazze con disturbo specifico d’apprendimento ma per tutti coloro i quali si apprestano a conoscere ed apprendere qualcosa di nuovo.

Come sottolineano infatti Cornoldi e De Beni (2001) non c’è generalizzazione se il soggetto non è in grado di capire la natura del compito e dei processi in esso implicati o non è in grado di riconoscere le relazioni di un compito nuovo con uno vecchio per il quale la strategia era stata appresa e applicata con successo. Non c’è propensione ad applicare tale strategia se non si ha una visione d’insieme del nostro funzionamento , se non si è convinti dell’importanza dell’impegno personale e dell’efficacia delle azioni che compiamo, se non ci sono chiare prospettive finalizzate a un miglioramento personale e al raggiungimento di taluni obiettivi, se non si è convinti dell’efficacia delle proprie iniziative e infine, se non si possiede una capacità di autoregolazione e pianificazione in grado di organizzare la propria attività in maniera da poter raggiungere gli obiettivi prefissati.

 

 

Bibliografia

Cornoldi C.(a cura di) (2009), Difficoltà e disturbi dell’apprendimento, Bologna, Il Mulino

Cornoldi C., De Beni R. (2001), Imparare a stuiare 2, Trento, Erickson

Friso G., Palladino P., Cornoldi C. (2006), Avviamento alla metacognizione, Trento, Erickson

 

 

 

RICHIESTA INFORMAZIONI

nome *

cognome *

email *

telefono

messaggio *

Accetto - tutela della privacy

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03, la compilazione del modulo costituisce esplicita autorizzazione e consenso alla detenzione e al trattamento dei dati personali, come disposto dal Codice in materia di dati personali. La informiamo inoltre che, relativamente ai dati forniti, potrà esercitare i diritti previsti dall"art. 7 del D.Lgs. 196/03.

i nostri recapiti

contatti telefonici

perchè contattarci

Se avete bisogno di maggiori informazioni in merito ai nostri servizi o ai contenuti pubblicati, se avete perplessità, se pensate che potremmo aiutarvi in qualche modo ma non avete idea di quale possa essere il servizio che potrebbe essere più adatto al caso vostro, potete contattare lo staff di Con.Te. alla mail scrivi@studiocon-te.it. Vi risponderemo entro 48 h.

In alternativa, potete contattare il singolo professionista sia via mail che telefonicamente.

continua Dunja Dibiagio – Con.Te.

Dunja Di Biagio
Psicologa, Psicoterapeuta

338.9251643
continua chiara falchetti – 2

Chiara Falchetti
Psicologa, Psicoterapeuta

347.1267846
continua foto DJP

Jacopo Piampiani
Psicologo, Psicoterapeuta, Mediatore familiare

335.7470438
continua Moira

Moira Picchi
Psicologa, Psicoterapeuta

393.5328204

via Alessandro Pieroni 27
57123, Livorno