archivio rss

Articoli correlati

#PrimaDellaViolenza 5 ottobre 2016

#PRIMADELLAVIOLENZA: LIVORNO 15/10/2016 – GIORNATA TOSCANA DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

#PRIMADELLAVIOLENZA: LIVORNO 15/10/2016  GIORNATA TOSCANA DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE  COMUNICATO STAMPA...

Attenzone! 5 maggio 2016

Quando rivolgersi al logopedista?

Non è mai “troppo” tardi ma neanche “troppo” presto Lo sviluppo tipico del linguaggio...

archivio rss

ci occupiamo di...

In questa sezione troverete solo alcuni dei servizi che lo Studio Con. Te. è in grado di offrire ai suoi utenti e alle sue utenti.

Per qualsiasi informazione o necessità, non indugiate a mettervi in contatto con lo Staff dello Studio, la vostra richiesta sarà trattata con la massima professionalità, tempestività, riservatezza e attenzione.

archivio rss

ti consigliamo

ATTENZIONE! 7 agosto 2017

GENITORI IN AZIONE – Ciclo di incontri per l’infanzia

ATTENZIONE! A partire da Ottobre 2017 la Psicologa e Psicoterapeuta Chiara Falchetti e la...

24 maggio 2013

Malati di gioco

gioco4

Tema ormai frequentemente trattato e dibattuto dai media, la ludopatia è un fenomeno fortemente di attualità e da non sottovalutare perché in Italia sta prendendo piede e secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità circa il 3% (percentuale in aumento) degli italiani sono a rischio ludopatia. Ma che cos’è?

La ludopatia è un disturbo del comportamento che può avere gravi conseguenze sulla vita relazionale, sociale e professionale della che ne viene colpita. Viene definita come una “dipendenza senza sostanze”, che si manifesta nel forte desiderio di sperimentare le emozioni associate al gioco e alla scommessa. Se per alcuni tentare la fortuna è solo un passatempo, per altri può divenire un desiderio da tenere difficilmente a freno. Solo soddisfacendo questo impulso, il “malato di gioco” si sente meglio. 

Scommesse sportive, lotto, Bingo, gratta e vinci e biglietti della lotteria, corse dei cavalli, video poker, slot machines: sono questi i principali nemici dei ludopati, coloro che soffrono di legati all’ossessione del gioco. Si instaura infatti un atteggiamento ossessivo ed un bisogno quasi fisiologico di giocare, i soggetti passano attraverso rapidi mutamenti dell’umore, dall’euforia alla . Reazioni, e caratteristiche molto simili a quelli inquadrabili nella definizione di dipendenza. Se la persona non riesce a giocare diviene irascibile, aggressiva, ed è possibile che subentrino anche di astinenza (con come mal di testa, tremori diffusi…).

La cause di questo disturbo possono essere molteplici: predisposizione al gioco d’azzardo, scarso controllo degli impulsi, delusioni nelle relazioni, frustrazioni professionali, disagio psicologico, perdita del lavoro (fenomeno di attualità che spesso si accompagna).

I malati di gioco sono di solitopersone insicure, insoddisfatte della vita che conducono e inclini a problemi psicologici. Spesso sono individui che esprimono poco i propri sentimenti e mascherano l’insicurezza con atteggiamento aggressivo, competitivo e euforico.

Chi sono i più colpiti? Gli uomini manifestano una propensione maggiore rispetto alle donne. Se gli uomini prediligono ippica, scommesse e slot machines, le donne invece preferiscono Bingo e Lotto. La facilità di accesso a queste nuove “droghe” (i gratta e vinci si possono comprare in molti esercizi pubblici, i centri scommesse sorgono ovunque) rappresenta un fattore facilitante per il diffondersi di questo fenomeno.

Di solito il ‘ludopata tipo’ è considerato una persona di sesso maschile, di mezza età, di estrazione medio-bassa, ma la problematica sta iniziando a colpire anche i più giovani, a causa della facilità con la quale, ormai, si può appunto avere accesso al gioco. Ma possono essere vittime del gioco non solo persone di questo tipo, ma anche professionisti di alto livello e manager.

Guarire da questa “malattia” richiede interventi complessi, idealmente multidisciplinari e tempi lunghi.

Qualsiasi gioco può creare dipendenza, quindi occorre non sottovalutare l’abitudine al gioco. E’ importante informare ed educare le persone sul rapporto da instaurare con gioco e denaro. Lo si può fare per esempio, a livello preventivo, coinvolgendo i bambini ed i giovani, visto che il primo approccio con il gioco avviene proprio durante l’adolescenza.

RICHIESTA INFORMAZIONI

nome *

cognome *

email *

telefono

messaggio *

Accetto - tutela della privacy

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03, la compilazione del modulo costituisce esplicita autorizzazione e consenso alla detenzione e al trattamento dei dati personali, come disposto dal Codice in materia di dati personali. La informiamo inoltre che, relativamente ai dati forniti, potrà esercitare i diritti previsti dall"art. 7 del D.Lgs. 196/03.

i nostri recapiti

contatti telefonici

perchè contattarci

Se avete bisogno di maggiori informazioni in merito ai nostri servizi o ai contenuti pubblicati, se avete perplessità, se pensate che potremmo aiutarvi in qualche modo ma non avete idea di quale possa essere il servizio che potrebbe essere più adatto al caso vostro, potete contattare lo staff di Con.Te. alla mail scrivi@studiocon-te.it. Vi risponderemo entro 48 h.

In alternativa, potete contattare il singolo professionista sia via mail che telefonicamente.

continua Dunja Dibiagio – Con.Te.

Dunja Di Biagio
Psicologa, Psicoterapeuta

338.9251643
continua chiara falchetti – 2

Chiara Falchetti
Psicologa, Psicoterapeuta

347.1267846
continua foto DJP

Jacopo Piampiani
Psicologo, Psicoterapeuta, Mediatore familiare

335.7470438
continua Moira

Moira Picchi
Psicologa, Psicoterapeuta

393.5328204

via Alessandro Pieroni 27
57123, Livorno