archivio rss

Articoli correlati

#PrimaDellaViolenza 5 ottobre 2016

#PRIMADELLAVIOLENZA: LIVORNO 15/10/2016 – GIORNATA TOSCANA DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

#PRIMADELLAVIOLENZA: LIVORNO 15/10/2016  GIORNATA TOSCANA DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE  COMUNICATO STAMPA...

Attenzone! 5 maggio 2016

Quando rivolgersi al logopedista?

Non è mai “troppo” tardi ma neanche “troppo” presto Lo sviluppo tipico del linguaggio...

archivio rss

ci occupiamo di...

In questa sezione troverete solo alcuni dei servizi che lo Studio Con. Te. è in grado di offrire ai suoi utenti e alle sue utenti.

Per qualsiasi informazione o necessità, non indugiate a mettervi in contatto con lo Staff dello Studio, la vostra richiesta sarà trattata con la massima professionalità, tempestività, riservatezza e attenzione.

archivio rss

ti consigliamo

ATTENZIONE! 7 agosto 2017

GENITORI IN AZIONE – Ciclo di incontri per l’infanzia

ATTENZIONE! A partire da Ottobre 2017 la Psicologa e Psicoterapeuta Chiara Falchetti e la...

8 gennaio 2014

La potenza della comunicazione non verbale

images

 

Il linguaggio , per quanto sia difficile rendersene conto, ricopre quasi il 60-80 % della nostra giornaliera, andando a rafforzare la puramente verbale. Il linguaggio è spontaneo e difficilmente controllabile, esprime dunque in modo prevalentemente inconscio quello che sentiamo, proviamo e pensiamo.

La comunicazione non è semplicemente parlare, ma presuppone una , e quindi uno scambio.

Fu Paul , e scopritore delle micro-espressioni facciali, a confermare il repertorio innato del linguaggio non verbale. Oggi si parla tanto di comunicazione non verbale e alcuni la screditano ritenendola pura chiaroveggenza ma i dati di neuroimaging e neurofisiologici ci dimostrano scientificamente che in conseguenza della visione di una espressione ad. es. di paura c’è un’attivazione esponenziale dell’amigdala che riceve ed elabora lo stimolo come “devo scappare”.

La comunicazione non verbale, come sappiamo, esiste da molto prima che venisse ideata la scrittura e sembra proprio che, evoluzionisticamente parlando, questa sia servita alla sopravvivenza del “gruppo” dove, mostrando espressioni specifiche, il “gruppo” potesse percepire paura, rabbia, felicità, sorpresa e comportarsi di conseguenza, al fine ultimo di “salvarsi”.

Ognuno dei gesti, posture ed espressioni che accompagnano le parole non è casuale ma ha un significato ben preciso: conoscerlo ci permette di capire qualcosa in più sulle reali intenzioni degli altri ed intuire cosa l’altro pensi realmente quando interagisce con noi.

Sapere leggere la comunicazione non verbale permette di dare un chiaro significato a ciò che ci viene comunicato (e non semplicemente detto!): se per esempio mi viene detto che la serata trascorsa insieme è stata molto piacevole ma il non verbale trasmette altro… Beh, c’è da diffidare!

Solo per dare alcuni cenni sulla possibile lettura di alcuni aspetti del non verbale, portiamo alcuni esempi: tenere lo rivolto verso l’alto sarebbe frequente in chi tende a fuggire dalle situazioni attuali, lo rivolto verso destra è una caratteristica di chi fugge il presente e vive intensamente il futuro, lo verso sinistra è tipico delle persone introverse che vivono una vita interiore molto sviluppata rifuggendo le relazioni personali.

La posizione degli è poi rivelatrice della nostra attività cerebrale: lo sguardo rivolto verso l’alto a destra (dunque verso sinistra rispetto a chi guarda), denota la costruzione di un’immagine. Se utilizzata a seguito di una domanda, è una spia piuttosto certa della menzogna in quanto il soggetto stt pensando immagini o concetti nuovi, mai visti o sentiti in precedenza. Lo sguardo verso l’alto a sinistra (dunque verso destra rispetto a chi guarda) è caratteristico di chi sta accedendo ai ricordi di un’ immagine, in basso a destra si indica l’elaborazione di sensazioni corporee nuove, collegate al tatto, al gusto all’odorato, in basso a sinistra è dialogo interno. Utile osservarlo nei casi in cui vogliamo che una rifletta, se mentre parliamo e esprimiamo il nostro parere e l’altro porta gli occhi in questa posizione è molto probabile che ci stia riflettendo autenticamente.

Tutti questi aspetti devono essere analizzati in modo non superficiale ovviamente, tenendo cioè conto, durante uno scambio comunicativo, di tante altre variabili che entrano in gioco… Possono però essere spunti di su quanto il nostro corpo comunichi di noi all’altro, senza difese e sovrastrutture.

 

RICHIESTA INFORMAZIONI

nome *

cognome *

email *

telefono

messaggio *

Accetto - tutela della privacy

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03, la compilazione del modulo costituisce esplicita autorizzazione e consenso alla detenzione e al trattamento dei dati personali, come disposto dal Codice in materia di dati personali. La informiamo inoltre che, relativamente ai dati forniti, potrà esercitare i diritti previsti dall"art. 7 del D.Lgs. 196/03.

i nostri recapiti

contatti telefonici

perchè contattarci

Se avete bisogno di maggiori informazioni in merito ai nostri servizi o ai contenuti pubblicati, se avete perplessità, se pensate che potremmo aiutarvi in qualche modo ma non avete idea di quale possa essere il servizio che potrebbe essere più adatto al caso vostro, potete contattare lo staff di Con.Te. alla mail scrivi@studiocon-te.it. Vi risponderemo entro 48 h.

In alternativa, potete contattare il singolo professionista sia via mail che telefonicamente.

continua Dunja Dibiagio – Con.Te.

Dunja Di Biagio
Psicologa, Psicoterapeuta

338.9251643
continua chiara falchetti – 2

Chiara Falchetti
Psicologa, Psicoterapeuta

347.1267846
continua foto DJP

Jacopo Piampiani
Psicologo, Psicoterapeuta, Mediatore familiare

335.7470438
continua Moira

Moira Picchi
Psicologa, Psicoterapeuta

393.5328204

via Alessandro Pieroni 27
57123, Livorno