archivio rss

Articoli correlati

#PrimaDellaViolenza 5 ottobre 2016

#PRIMADELLAVIOLENZA: LIVORNO 15/10/2016 – GIORNATA TOSCANA DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

#PRIMADELLAVIOLENZA: LIVORNO 15/10/2016  GIORNATA TOSCANA DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE  COMUNICATO STAMPA...

Attenzone! 5 maggio 2016

Quando rivolgersi al logopedista?

Non è mai “troppo” tardi ma neanche “troppo” presto Lo sviluppo tipico del linguaggio...

archivio rss

ci occupiamo di...

In questa sezione troverete solo alcuni dei servizi che lo Studio Con. Te. è in grado di offrire ai suoi utenti e alle sue utenti.

Per qualsiasi informazione o necessità, non indugiate a mettervi in contatto con lo Staff dello Studio, la vostra richiesta sarà trattata con la massima professionalità, tempestività, riservatezza e attenzione.

archivio rss

ti consigliamo

ATTENZIONE! 7 agosto 2017

GENITORI IN AZIONE – Ciclo di incontri per l’infanzia

ATTENZIONE! A partire da Ottobre 2017 la Psicologa e Psicoterapeuta Chiara Falchetti e la...

21 marzo 2014

Una vita… Al limite: il disturbo di personalità borderline

funambolo2

Nel gergo comune ci sono numerose parole relative a etichette diagnostiche, che spesso vengono anche usate in modo “leggero” e superficiale… Tra queste: depresso, maniaco, fobico, etc. (proviamo a pensare quante volte ci è capitato di sentir dire/dire: “Mi sento depresso”, oppure “Ma tu hai la fobia dei…” etc. Espressioni usate spesso in modo indiscriminato e non proprio esatto).

C’è una parola però che non viene molto usata perché poco conosciuta; una parola che, chi lavora nel settore “psico”, incontra frequentemente. Questa parola è ““.

Il disturbo di personalità borderline non è così facilmente riconoscibile (se non dagli addetti ai lavori, e talvolta neanche per loro è così semplice!), date le numerose “sfumature” di cui si compone e i confini diffusi che presenta. Il termine stesso, “borderline”, indica uno stato limite tra nevrosi e psicosi.

Il disturbo borderline di personalità è essenzialmente un disturbo della regolazione delle ( M., 2001). Le persone borderline possono oscillare rapidamente, ad esempio, tra la serenità e la profonda tristezza, tra l’intensa e il sentirsi in colpa. Emozioni differenti possono essere presenti nello stesso momento, tanto da creare confusione nel soggetto e nelle persone a lui/lei vicine.

Le persone che hanno questo disturbo fanno fatica a stabilire rapporti di amicizia, affetto o amore stabili nel tempo, vivono con estrema intensità rapporti che quasi sempre falliscono o risultano emotivamente distruttivi. Alta è l’impulsività e l’agito.

Le persone borderline vivano nel terrore della svalutazione e dell’abbandono.

L’ equilibrio è instabile: tendono a creare legami di , ma anche fortemente ambivalenti con le persone importanti della loro vita (ambivalenza che si attualizza anche nella relazione terapeutica, dove il terapeuta viene prima idealizzato e poi svalutato), sempre immaginando la possibilità di un abbandono come inevitabile. Si sentono inetti, non adeguati, “difettosi” e spesso non degni di essere amati… Il senso di “vuoto” è un’altra delle sensazioni frequentemente riportate dai borderline.

L’aspetto più evidente e preoccupante del disturbo borderline è che presenta potenzialmente dannosi per il soggetto (, uso e abuso di sostanze, guida spericolata, sessualità promiscua, condotte antisociali, tentativi di , autolesionismo, ecc.) e si associa a scoppi improvvisi di rabbia intensa. E’ evidente che queste sono manifestazioni del problema di fondo che, come abbiamo visto, è dato dalla incapacità a tollerare e regolare le emozioni. Sembra che anche i gesti autolesivi (frequenti) e impulsivi, in generale, assolvano più o meno alla stessa funzione. Servono, cioè, a dare sollievo nei momenti di disperazione. Questi pazienti ci raccontano spesso che provano una piacevole sensazione di sollievo e di liberazione dall’ e da molti altri stati dolorosi dopo essersi procurati ferite da taglio. Non dobbiamo tralasciare il fatto che atti autolesivi e minacce di suicidio spesso, comprensibilmente, generano risposte di sostegno da parte di chi sta vicino al soggetto e questo spesso ha l’effetto di contenere il suo malessere.

Gli aspetti sintomatici più salienti e tipici del disturbo borderline di personalità non sono altro, in definitiva, che tentativi disfunzionali di “regolare” emozioni troppo intense (ad esempio, ingurgito notevoli quantità di cibo o assumo droghe perché questo è l’unico modo che conosco e che ho imparato per gestire un’emozione molto intensa).

E’ molto importante, dunque, per chi vive a contatto con pazienti borderline comprendere che anche comportamenti eccessivi, autodistruttivi e apparentemente senza senso, in realtà, un senso e una funzione per queste persone ce l’hanno eccome, ed è appunto quella di regolare le emozioni. Partire da questo può essere un primo ma importante passo per far sentire la propria presenza e il proprio “esserci”, sospendendo qualsiasi giudizio.

RICHIESTA INFORMAZIONI

nome *

cognome *

email *

telefono

messaggio *

Accetto - tutela della privacy

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03, la compilazione del modulo costituisce esplicita autorizzazione e consenso alla detenzione e al trattamento dei dati personali, come disposto dal Codice in materia di dati personali. La informiamo inoltre che, relativamente ai dati forniti, potrà esercitare i diritti previsti dall"art. 7 del D.Lgs. 196/03.

i nostri recapiti

contatti telefonici

perchè contattarci

Se avete bisogno di maggiori informazioni in merito ai nostri servizi o ai contenuti pubblicati, se avete perplessità, se pensate che potremmo aiutarvi in qualche modo ma non avete idea di quale possa essere il servizio che potrebbe essere più adatto al caso vostro, potete contattare lo staff di Con.Te. alla mail scrivi@studiocon-te.it. Vi risponderemo entro 48 h.

In alternativa, potete contattare il singolo professionista sia via mail che telefonicamente.

continua Dunja Dibiagio – Con.Te.

Dunja Di Biagio
Psicologa, Psicoterapeuta

338.9251643
continua chiara falchetti – 2

Chiara Falchetti
Psicologa, Psicoterapeuta

347.1267846
continua foto DJP

Jacopo Piampiani
Psicologo, Psicoterapeuta, Mediatore familiare

335.7470438
continua Moira

Moira Picchi
Psicologa, Psicoterapeuta

393.5328204

via Alessandro Pieroni 27
57123, Livorno